Tecnica&Teoria

Come lavare le scarpe da mtb? Pochi pratici consigli per un risultato assicurato

Nella pratica della mtb, si sa, lo sporco è all’ordine del giorno. E non pensiate che d’estate lo sia da meno; gli acquazzoni estivi portano fango, tanto fango, dettato anche dal fatto che la terra secca non riesce a ricevere tutta l’acqua, che rimane sulla superficie formando anche pozze ristagnanti. E se il caldo e l’asciutto la fanno da padroni, ecco che è la polvere a diventare la vera protagonista delle uscite su trail; polvere che va a ricoprire qualsiasi cosa, formando quello strato grigio su bici e abbigliamento che se non lavato via subito rischia di comprometterne l’integrità.

Stesso discorso, ed anzi più importante, per quanto riguarda le scarpe. Che sono l’anello di congiunzione tra l’uomo ed il mezzo meccanico; e per questo devono sempre essere al 100% per non tradire le attese. Quindi, come è solito pulire la bici quando sporca, e mettere i vestiti in lavatrice, così bisogna prestare la stessa attenzione, se non di più, proprio alle scarpe.

Ci sono vari metodi per lavare le scarpe, tutti ugualmente validi ed efficaci. Basta scegliere quale si confà maggiormente alla nostra voglia, che non sempre è la medesima. Si possono infatti lavare a mano, con l’ausilio di una spazzola, come si faceva una volta; oppure usare l’idropulitrice, già che la dobbiamo tirare fuori per spruzzare e disincrostare la mtb; terzo metodo è quello della lavatrice, insieme agli altri indumenti.

Qualsiasi metodologia si scelga, ci sono però delle accortezze da seguire ogni volta: la prima è quella di smontare le tacchette prima del lavaggio. L’acqua, infatti, è nemica dei metalli, e porta alla ruggine. Quindi meglio prevenire. Poi è sempre bene lavare separatamente le scarpe dalle solette, che quindi vanno sfilate via; anche per essere cambiate dopo un pò di tempo, visto che non sono infinite. Terzo, dopo il lavaggio mettere a sgrondare le scarpe per far uscire l’acqua in eccesso; successivamente, quando le scarpe sono più asciutte, almeno all’esterno, è sempre bene prendere qualche foglio di giornale, raggomitolarlo ed infilarlo all’interno di ogni scarpa, in modo da portare via l’umidità che rimane più coriacea proprio all’interno della scarpa, e non rischiare di andare a reindossarle trovandosi poi i piedi bagnaticci.

Questione sapone: quello per i vestiti va più che bene, ovviamente, quando le si lavano in lavatrice. Prima è bene levare il fango incrostato, per non rovinare l’elettrodomestico. In caso di lavaggio a mano, personalmente ho utilizzato anche lo shampoo per auto, o i prodotti per la pulizia della bici. In questo caso risultano particolarmente indicati se le suole delle nostre scarpe sono in carbonio.

Qualsiasi sia il metodo scelto, il risultato è assicurato. L’importante è prendersi cura delle scarpe da bici, soprattutto quelle da mtb, per evitare spese aggiuntive inutili e spesso inaspettate. Prevenire per risparmiare, spendere un pò più di tempo personale nel lavaggio delle scarpe per spendere meno di portafogli.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.