Mtb

Test: RockRider XC 900 29

Si può trovare una buona bici anche dove meno te lo aspetti. Senza bisogno di spendere una fortuna o rivolgersi al mercato dell’usato, ripiegando per modelli più anziani e talvolta obsoleti rispetto alle ultime evoluzioni della tecnologia. Ne è un validissimo esempio la RockRider XC 900 29, la front da Cross Country di Decathlon; una bici dalle caratteristiche e dal montaggio equilibrati ad un prezzo veramente accattivante.

Telaio in carbonio, realizzato in Francia e sviluppato grazie alla collaborazione con diversi professionisti dell’XC/Marathon (tra i quali anche Milton Ramos); peso di 1 chilo tondo in taglia M, passaggio interno dei cavi e predisposizione per il montaggio con monocorona. Le geometrie vedono un angolo di sterzo di 68.1°, un angolo di sella di 71.6° ed una lunghezza degli steli di 438.2mm, con un Reach di 401.7mm ed uno Stack di 594.8mm, sempre in taglia M. Numeri che lasciano intendere il carattere corsaiolo di questa bici, creata per le competizioni, ma con uno sguardo anche alla comodità ricercata sempre più dagli amatori.

Comodità che si avverte una volta in sella grazie alla posizione delle spalle, quella giusta via di mezzo che permette di essere puntato verso l’anteriore senza però sacrificare la schiena, comunque abbastanza dritta e rialzata rispetto a modelli propriamente agonistici. Posizione che aiuta non poco nelle sessioni più lunghe, anche di un’intera giornata. E poi c’è la leggerezza complessiva del mezzo (10.3kg) che permette di essere spinto agevolmente nelle situazioni più complicate, come fango eccessivo o salite ripidissime quali ostacoli improvvisi.

Un buon aiuto in termini di grip e spinta lo da anche il formato Boost della ruota posteriore, e qui veniamo al montaggio della RockRider XC 900 29: che è di tutto rispetto, top di gamma per quanto riguarda Decathlon. Detto del passaggio interno dei cavi, abbiamo ruote da 29” Mavic Crossmax, pneumatici Hutchinson Skeleton 29×2.1 pollici, trasmissione monocorona Sram GX Eagle a 12 velocità, movimento centrale PressFIT 92, freni a disco Sram Level T con dischi da 160mm sia all’anteriore che al posteriore, sella B’Twin in carbonio, stringisella integrato e forcella RockShox Reba RL da 100mm di escursione.

Nel complesso una buona bici, a tratti persino ottima, che permette di divertirsi in diverse situazioni. Non è un fulmine di guerra, ma neanche un mulo. È più il giusto compromesso sia per chi si avvicina al mondo dell’XC, sia per chi ne è già esperto ma non può permettersi mezzi di altissima gamma che costano diversi soldi.

Per 1.599,99€ la RockRider XC 900 29 fa più che bene il suo mestiere: è maneggevole nei tratti più veloci, è scattante nei rilanci, pedala agile, non teme i tratti in salita ed è ottima anche per provare bikepacking e cicloturismo, visto il peso assolutamente non eccessivo per bici del genere. Ed il montaggio è di tutto rispetto, grazie a componenti di buona qualità e che durano nel tempo.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.