Officina

Test: pompa CO2 SKS Airchamp Pro

SKS Airchamp Pro è una pompa CO2 dal corpo ergonomico e dall’intelligente interruttore che consente il rilascio ed il blocco del flusso di aria dalla bomboletta, permettendo di gonfiare gli pneumatici e, una volta finito, di evitare che fastidiose perdite svuotino involontariamente la nostra bomboletta salva forature – che poi non costa nemmeno così poco.

Una mini pompa utilissima da portarsi dietro durante le uscite, economica se si è tra quei fortunati che forano una volta ogni morte di papa. Leggera, appena 128g, la si può tenere tranquillamente nella tasca posteriore della maglietta; e poi ha la testina compatibile sia per valvole Presta che Schrader, quindi va bene sia su strada che in mtb. Completa il tutto il cappuccio che protegge la testina dalla polvere e dallo sporco.

Ma la pompa CO2 SKS Airchamp Pro è comoda anche perché, a differenza di altre, funziona sia con cartucce filettate che non, quindi non dovete preoccuparvi di quali di queste venda il vostro negozio di fiducia. E funziona con una sola mano, sta comodamente nel palmo ed il grilletto permette di gonfiare camera d’aria o pneumatico tubeless alla pressione desiderata.

Ovvio, l’operazione di ricarica della cartuccia CO2 va fatta prima dell’utilizzo, non è “ready to use”; con una normale cartuccia da 16g – che è quella che la Airchamp Pro può contenere all’interno del suo corpo – si gonfia appieno una camera d’aria. Se poi si tratta solo di una gonfiatina pre uscita, allora l’utilizzo si dilata nel tempo, ma non è infinito. Questo vale per i normali copertoncini da strada, di dimensioni massime di 700×28; al di sopra di queste misure il gonfiaggio è un pò lungo – comunque misurabile in secondi – e nel caso di pneumatici da mtb potrebbero anche volerci due cartucce per un gonfiaggio completo.

Detto questo, per 19,90€ la pompa CO2 SKS Airchamp Pro è la soluzione ideale se non si vuole passare minuti a gonfiare le gomme con le normali e tradizionali pompe a mano che, tra l’altro, non accontentano mai fino in fondo, visto che non raggiungono mai le pressioni di esercizio necessarie ma, anzi, sono solo una soluzione per poter tornare a casa. E poi, affaticano non poco.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.