Road

Aerodinamica e pneumatici da 30mm, possibile? La 3T Strada Due

Durante gli ultimi anni si è assistito ad un incremento sempre più marcato delle dimensioni degli pneumatici per quanto riguarda le bdc; incremento in fatto di larghezza, col progressivo passaggio dei copertoncini dai 22mm sù fino agli attuali 28mm, ormai standard su asfalto, con punte di 32 per avventure su strade bianche tipo Gravel.

Il cambio, o meglio, l’evoluzione, è stata dettata soprattutto da un fattore: la comodità. Gli utenti di tutti i giorni, infatti, non pedalano su asfalti lisci come biliardi, anzi. Le strade odierne sono disseminate di buche, avvallamenti, veri e propri pezzi mancanti dovuti all’incuria delle amministrazioni. Poi, ovvio, c’è anche il fattore “moda” derivante dalle competizioni, dove non è difficile trovare corridori professionisti che si affidano ai 28 per gare particolari. Come la Parigi-Roubaix.

Affidandosi alle moderne costruzioni dei copertoncini, che permettono una larghezza maggiore, una comodità superiore ma comunque sempre un’impronta a terra e quindi una resistenza al rotolamento decisamente bassa, 3T ha sviluppato la sua Strada Due, che riprende i concetti aerodinamici della Strada ma con l’aggiunta di una corona in più, per venire in contro agli utenti di tutti i giorni.

Se la Strada monocorona ha infatti destato più di un dubbio, la soluzione tradizionale a doppia corona è l’ideale per chiunque; se poi è accoppiata a pneumatici da 28mm e con un’aerodinamica studiata appositamente per certe dimensioni di pneumatici, il risultato è la prima bici studiata per offrire insieme il massimo vantaggio aerodinamico col massimo confort possibile. Una bici veloce e comoda tutto il tempo, usufruibile al suo massimo (e al massimo del ciclista) dal ciottolato più duro di Roubaix alle salite più impegnative delle nostre Dolomiti.

Più nel dettaglio la 3T Strada Due è compatibile esclusivamente con trasmissioni elettroniche. Tutte quelle presenti sul mercato, quindi sia la Sram eTap che la Shimano Di2, senza escludere la Campagnolo EPS – anche se in quest’ultimo caso ci sono dei limiti dovuti alle dimensioni della batteria, per cui l’altezza del reggisella è quasi “obbligata”.

Il telaio è progettato per garantire la minor resistenza possibile all’avanzamento, con forme e dimensioni studiate nel mondo reale a velocità reali: prove su strada a 30-48Km/h, con bici dotate di borraccia ed ogni altra componente comune ai ciclisti di tutti i giorni.

La Strada Due è piena di dettagli aerodinamici, alcuni dei quali comunemente usati su bici prettamente da cronometro. Ma nonostante questo la 3T Strada Due è capace di affrontare ogni asfalto perfino con pneumatici da 30mm, senza risentirne in scorrevolezza e maneggevolezza. Tutto merito di uno studio partito proprio dalle dimensioni maggiorate degli pneumatici.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.3t.bike.

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.