Mtb

Nuova BMC Fourstroke 01: inedite geometrie e TrailSync il vero punto di forza

La Fourstroke è una delle bici che maggiormente hanno avuto successo nell’intero ambito XC, e presente nel catalogo BMC da quattro anni praticamente inalterata, se non fosse per qualche modifica nelle geometrie dovute allo sviluppo in senso più estremo dell’XCO.

E così anche l’ultima versione della Fourstroke, per l’esattezza quella ribattezzata 01, beneficia di variazioni, ad esempio nell’angolo di sterzo e nella lunghezza degli steli del carro, che ancor più di prima la fa risaltare dalla massa per essere una bici sì da XC, ma decisamente aggressiva, sia nell’aspetto che, soprattutto, nella guida.

I 100mm di escursione anteriori e posteriori permangono ma i 67,5° di angolo sterzo la fanno apparire veramente lanciata; una scelta, questa, che premia le doti della Fourstroke in fatto di controllo e sicurezza nei tratti di discesa più inclinata, essendo meno “chiusa” delle dirette concorrenti. Ma se questo si traduce, dall’altro lato, in un deficit nelle ripartenze ed in salita, alla BMC hanno deciso di compensare con un carro più corto, il che si traduce in una maggior rigidezza quando si spinge sui pedali e si cerca la trazione ottimale.

Il quadro completo consegna quindi una Fourstroke più lunga davanti – assecondando le mode del momento – con un Reach incrementato di 50mm rispetto al modello precedente ma, allo stesso tempo, un carro più compatto e reattivo. Nel complesso, comunque, cresce il passo, con un conseguente apporto di maggior stabilità alle alte velocità.

Ma se ad un occhio non troppo attento queste novità possono passare inosservate, l’occhio cadrà sicuramente sull’ormai collaudato sistema TrailSync di BMC, mutuato dalla Speedfox e ormai apprezzato cavallo di battaglia della casa svizzera.

Anche questo, però, è stato sviluppato ulteriormente rispetto alla versione originale: la sezione del tubo, infatti, è ovale, in modo da evitare il classico movimento rotazionale di alcuni modelli di reggisella telescopici. A rimanere invariata è invece la corsa, sempre di 80mm, più che sufficiente per una gara XC. Il funzionamento è a bassa pressione (approssimativamente di 2 bar); il che evita un ritorno brusco verso l’alto.

Un sistema ormai “oliato” in BMC, tanto che il peso della versione con TrailSync è solamente 150grammi più pesa di quella con normale reggisella fisso. Un bel risultato se si pensa al peso dei più comuni telescopici.

La nuova BMC Fourstroke 01 è già disponibile presso i rivenditori autorizzati, nelle versioni Three (5.999€) Two (7.999€) e One (9.999€).

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.