Tecnica&Teoria

Formicolio alle mani in mtb: da cosa dipende e come risolverlo

Vi capita di sentire la mani intorpidite durante un’uscita in mtb? È normalissimo, state tranquilli; niente che un comune ciclista non abbia conosciuto almeno una volta e soprattutto niente di grave. Un fastidio che non dipende dalla persona, ma semplicemente dall’appoggio incorretto sul manubrio, e che quindi è di facile soluzione.

La sensazione fastidiosa delle mani intorpidite, o addormentate, è da far risalire ad una pressione eccessiva del nervo ulnare: nervo che parte dal gomito ed arriva sino al mignolo ed essendo scoperto è molto soggetto a lesioni di questo tipo. La soluzione? Alleviare la pressione che il corpo trasmette alle mani sul manubrio.

Manopole a mescola più morbida: nella maggior parte dei casi succede che acquistata una mtb non si pensi affatto alle manopole. Si lasciano lì quelle di serie dimenticando, per l’appunto, che queste sono un accessorio decisamente importante e al quale prestare molta attenzione. Passare da manopole in gomma dura ad altre in materiale decisamente più morbido può risolvere il problema – con una spesa decisamente minima – delle mani che si intorpidiscono.

Guanti con inserti in gel: se le manopole sono già del tipo a mescola morbida, potete acquistare guanti con inserti in gel, soluzione anche questa che aiuterà a mitigare la pressione sulle mani, oltre ad assorbire al meglio le asperità che derivano dal terreno. In questo caso – tra manopole morbide e guanti con inserzioni in gel – il sollievo dovrebbe essere immediato.

Taratura della forcella: manopole e guanti possono essere soluzioni inutili se la forcella della vostra mtb è mal tarata. Una taratura sbagliata si traduce in un lavoro incorretto della forcella nell’assorbire le varie asperità, quindi tarare nel modo giusto il SAG e mantenere la sospensione nel perfetto stato meccanico è di vitale importanza per la prevenzione di mali maggiori.

Posizione della sella: una pressione eccessiva sul nervo ulnare può dipendere dalla incorretta posizione del biker sulla bici. Guardare al posizionamento della sella è uno di quegli aspetti al quale non tutti i ciclisti fanno attenzione: e non sto parlando solo dell’altezza della sella, ma anche del suo posizionamento più o meno verso l’anteriore, che può facilmente essere variato facendo scorrere avanti o indietro i binari. Posto che l’altezza sia stata trovata, un sellino troppo spostato in avanti significa maggio peso verso il manubrio, quindi che ricade sull’appoggio delle mani. Spostare il peso all’indietro allontanando il sellino sposterà altresì il bilanciamento generale del peso verso altre zone del corpo, liberando il nervo ulnare da carichi eccessivi.

Appoggio sul manubrio: se siete riusciti a trovare la causa del problema, e quindi anche la soluzione più adatta a voi, sicuramente il formicolio e addormentamento delle mani non si ripresenterà più. Ma sarà proprio vero? Non è detto, capiteranno volte nelle quali le mani torneranno ad addormentarsi, o il formicolio a presentarsi sempre fastidioso. Di sicuro molto meno spesso rispetto a prima, però. Nel caso, comunque, ricordate sempre una regola generale che vale sempre: variare la posizione delle mani sul manubrio. Un concetto semplice quanto efficace, questo veramente sempre e in ogni occasione. Variare il punto di appoggio sul manubrio è il modo più immediato e semplice per prevenire formicolio ed intorpidimento delle mani.

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.