Tecnica&Teoria

L’importanza di una maschera

Se su strada o nella mtb più “tranquilla” – vedi discipline come Trail o XC/Marathon – un buon paio di occhiali è sicuramente abbastanza sia in fatto di sicurezza che di comodità, quando si affronta Enduro, All Mountain o peggio ancora, DH, la maschera (goggle in inglese) ricopre un ruolo cruciale per la sicurezza del rider.

Accennando in un lampo alla protezione (scontata) contro vento e moscerini, la maschera non è solo complemento di sicuro effetto scenico, ma vero e proprio accessorio che a volte può salvare l’incolumità di colui che, suo malgrado, si trova ad andare “per le terre” e a scontrarsi con sassi, rametti o, peggio ancora, tronchi. Personalmente non mi è mai capitato, ma ho visto persone avere salvi gli occhi proprio per quel complemento di plastica che in tanti ancora snobbano. Forse perché scomoda, ma come del resto era inizialmente anche il casco. Poi, col tempo, è divenuto familiare ed indispensabile. E perché non dovrebbe essere lo stesso anche con la maschera?

Sul mercato ne esistono svariati tipi e modelli; oltre che a fasce di prezzo. Un consiglio: non spendere un’esagerazione. Dai 30 ai 50€ massimi, un range entro il quale si trovano ottimi prodotti. Carini, colorati, con buone lenti. E nel caso doveste trovarvi a sostituirle non sarà una tragedia.

La cosa importante è acquistarne una che abbia possibilmente la lente antiappannamento. Nelle giornate umide, o in inverno, se ne capisce subito la comodità. Non solo quando la si indossa, ma anche quando è riposta nello zaino. Scendere a tutta velocità con una lente annebbiata è da incoscienti, oltre che pericoloso per ovvi motivi. Secondo, le maschere col paranaso proteggono meglio di quelle senza. Può accadere di prendere proprio sul naso un rametto, o anche un sasso magari sparato dalla ruota di una bici che ci precede; bene, una protezione aggiuntiva non fa mai male.

Altro consiglio è quello di prestare attenzione a come si indossa la maschera: l’imbottitura di gommapiuma, che serve a non recare fastidio alla pelle e ad alleviare la pressione, deve essere posizionata nei punti giusti, ovvero inferiormente sugli zigomi mentre nella parte superiore appena sopra l’arcata sopracciliare. Ultimo, ma non meno importante, l’elastico, che non deve essere attorcigliato ma ben dritto e disteso, onde evitare movimenti fuori posto della maschera stessa.

Il resto va a seconda dei gusti personali. Marca, colori, lenti chiare o scure; l’importante è acquistare maschere dedicate per la mtb. Derivano da quelle per il motocross ma sono studiate per avere una ventilazione migliore. Così come non è consigliabile acquistare maschere da sci; in questo caso sono le lenti ad essere completamente diverse, perché create per rispondere a tutto un altro tipo di luce.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.