Tecnica&Teoria

Quanto bere durante un’uscita in bici? La risposta grazie ad un semplice calcolo

Bere è sempre importante; durante la giornata tutti i medici raccomandano una corretta idratazione dell’organismo, qualsiasi cosa si faccia. Ancor più importante è idratarsi durante uno sforzo fisico, soprattutto se questo avviene in estate, quando le temperature sono elevate e l’afa si fa opprimente. Bere aiuta il nostro corpo a sopperire alla mancanza di liquidi e sali, mancanza dovuta allo sforzo fisico, al lavoro maggiore dei muscoli, alla sudorazione che inevitabilmente si fa copiosa. E allora, durante le uscite in bici, quanto bisogna bere?

Partiamo dall’assunto, ovvio, che non c’è una risposta univoca per tutti. O meglio, esiste una formula, con la quale è semplicissimo calcolare quanto ognuno di noi deve bere durante una sessione di allenamento in sella alla propria bici. Una formula che vale sempre, in estate e in inverno, nelle uscite lunghe o brevi. In pratica, sempre.

Partiamo dal peso: pesarsi prima di uscire ci aiuta a capire quanto è stato, una volta rientrati, il consumo di liquidi. Farlo possibilmente senza indumenti è meglio; e meglio ancora se su una bilancia che dia una risposta accuratissima, al grammo. Operazione che va ripetuta, nello stesso modo, al rientro a casa, dopo una sessione di allenamento intensa di un’ora. Nel mezzo, ovvero durante l’uscita, si deve evitare di orinare e segnarsi bene la quantità di liquidi bevuti durante l’ora di esercizio fisico. Tranquilli, questa operazione la si fa una volta soltanto, poi via libera agli stop per la pipì e niente più bilancia da osservare.

Dopodiché il gioco è semplicissimo: peso iniziale meno peso finale, col risultato dell’operazione che viene trasformato in millilitri, in modo da sapere con esattezza la quantità di liquidi persi dal nostro organismo. Per farla semplice, se io pesavo 65kg prima dell’uscita e 64.5kg dopo, devo semplicemente fare il calcolo di 65-64.5=0.5kg; che poi sono equivalenti a 500 millilitri. A questo punto devo aggiungere a questi la quantità di liquidi che ho reidratato: se durante la pedalata ho bevuto mezzo litro di acqua, faccio 500+500=1000ml, ed ottengo la sudorazione per ora (1000ml/h).

Dopo questo semplice calcolo si ottiene la quantità di liquido che deve andare a reidratare il nostro organismo. Nell’esempio personale, quindi, dovrò bere 1000ml di acqua in un’ora di esercizio. Volete affinare maggiormente il calcolo? Dividete i 1000ml per 4, ed otterrete la quantità di acqua da bere ogni quarto d’ora di allenamento.

Allenamento durante il quale, però, vengono persi anche i sali minerali. E allora, tutti calcoli inutili quelli fatti sino ad ora? Assolutamente no, basta sapere che in ogni litro di sudore che perdiamo ci sono approssimativamente 585 milligrammi di sodio (Na) che fuoriescono dal nostro organismo e che vanno reimmessi attraverso bevande isotoniche, barrette, gel, alimenti naturali.

Idratarsi è importante, soprattutto nell’arco dello sforzo fisico. Tenere a mente di bere e riprendere quei sali che il nostro corpo naturalmente espelle è importantissimo. Se il livello di sodio nel sangue scende al di sotto delle 125 parti per 1000, l’organismo risponde a questa carenza con tremori, confusione, perdita di memoria sino ad arrivare al collasso nervoso e alla morte. La borraccia non è un semplice e a volte brutto e scomodo accessorio. Reidratarsi con acqua e sali è di vitale importanza.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.