Officina

Cheap Workshop Hacks: le spazzole per il lavaggio della bici

La pulizia è uno di quegli aspetti fondamentali se si vuole preservare e far durare il più a lungo possibile la nostra bici, che si tratti di corsa o mtb poco cambia. L’acqua, il fango, la polvere, la salsedine se si pedala vicino alle zone di mare, la pioggia stessa incidono negativamente su telaio e componenti. Nel tempo l’usura si fa sentire, il pulviscolo che si infila tra catena, corone e pignoni è deleterio per il gruppo. Senza parlare poi dei graffi che si possono causare nello sfregarsi ad un telaio sporco.

Per questo scopo in commercio esistono diversi tipi di detersivi, ognuno di questi adatto a pulire e proteggere un determinato componente, o gruppi di componenti. Ma per pulire a fondo e bene servono spazzole che facciano al nostro scopo; oltre al solito buon olio di gomito.

Spazzole, più o meno grandi di dimensioni, dalle forme più svariate; ogni marchio ha le proprie, efficaci, non c’è che dire. Ma costose. Un buon set di spazzole per pulire la nostra bici può costare anche diverse decine di euro. E perché non risparmiare, quando il risultato non cambia? Io mi affido alle spazzole che solitamente si usano per pulire piatti e bicchieri, quelle che solitamente si vedono in mano a madri e mogli più che a meccanici ed appassionati di due ruote a pedali.

In commercio se ne trovano a centinaia, di ogni colore, forma, dimensione e prezzo. Basta entrare in un qualsivoglia casalinghi per trovarle. Costano anche un terzo di quelle propugnate dai grandi nomi di accessori per bici e – testate direttamente sul campo di battaglia – funzionano alla grande.

Una decina di euro basta (e qualche volta avanza pure) per cogliere nel segno. Una spazzola più grande per pulire il telaio, una di dimensioni più piccole per ruote ed altri componenti ed un’altra, della grandezza di uno spazzolino da denti o poco più, per gli anfratti più nascosti e per il gruppo cambio in generale.

Ognuno si faccia il proprio set personale. L’importante è ricordarsi di pulirle bene una volta finita l’operazione di lavaggio della bici. Per la quale chiude il cerchio perfettamente un bel panno in microfibra utile per asciugare il tutto. La vostra bici ringrazierà per la cura che le dimostrate; e aspetto non di poco conto risparmierete euro preziosi che potrete investire in altro. Ciclismo o meno, quelli sono affari vostri.

Annunci

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.