Mtb

First look: Santa Cruz Bronson 2019

Santa Cruz si è data da fare e ha ricreato la Bronson. Che adesso è tutta nuova, più in linea con le sorelle Nomad e Hightower; ma soprattutto è decisamente migliorata rispetto alla versione precedente. Il lavoro si è concentrato su diversi aspetti, ma in particolar modo su uno di questi, il fondamentale per una full suspended: il cinematismo della sospensione posteriore. Che adesso ha l’ammo infulcrato decisamente più in basso, in modo da migliorare la risposta del telaio sulle sconnessioni ma soprattutto rendere l’insieme molto più pedalabile in salita, luogo sul quale la “vecchia” Bronson faticava decisamente.

Ma un ammortizzatore situato in questa posizione lavora meglio anche in accelerazione, oltre a garantire un baricentro più basso alla bici utile nello stretto. Anche se, con una corsa di 150mm, unita all’escursione da 160mm della forcella anteriore, la Santa Cruz Bronson rimane più votata alla discesa. Ma per scendere bisogna prima salire, ed ecco il perché del grande lavoro svolto sulle geometrie del telaio che permette anche di scegliere tra angoli diversi del tubo sella, in modo da trovare sempre la posizione migliore e più comoda soprattutto per la scalata. Una posizione di guida più rivolta in avanti, col peso che si sposta verso la ruota anteriore, con la sospensione che si scarica evitando fastidiosi bumping.

Ruote da 27.5” o 27.5 Plus, dimensione tanto di moda nell’ultimo anno, con una larghezza di 2.6” su cerchi da 35-37mm. Un’opzione che consente di montare pneumatici con volume d’aria maggiore rispetto ai tradizionali (che arrivano fino a 2.5”) in modo da ottenere benefici in ogni situazione, dalla salita alla discesa, nel superamento di ostacoli fino alle condizioni di fango estremo.

Per quanto riguarda l’estetica, le colorazioni disponibili sono un bel Industry Blue ed il sempre anonimo Primer Gray. Il passaggio dei cavi è interno, sia per quanto riguarda il cambio sia per i freni. Freni con dischi da 200mm davanti e 180mm dietro. Mentre per il gruppo questa Bronson monta di serie lo Sram Eagle XX1 12v o il nuovissimo Shimano XTR, anch’esso 12v.

Tealio a scelta in diversi allestimenti, dal carbonio CC all’alluminio; diversi, ovviamente, i prezzi, che vanno dai più economici 2000€ per il solo telaio in alluminio fino ai 9899€ dell’allestimento top di gamma, con telaio CC e gruppo XTR. Nel mezzo tante opzioni, che lasciano libertà di scelta per gusti e portafogli.

Nel complesso un telaio – ed una bici – decisamente migliori rispetto al passato, che si avvicina molto al grande pubblico dell’Enduro al quale piace anche la salita (purché limitata). Più usufruibile, anche più divertente; un passo avanti notevole.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.