Gravel&Ciclocross

Test: Bianchi Via Nirone 7 Allroad

La Bianchi Via Nirone 7 Allroad è una bici da ciclocross che pesa 10.73kg rilevati. Perché parto sottolineando il dato del peso? Semplicemente perché, al solo guardarla, sembra più pesante di quel che in realtà è. Perché 10 chili e poco più per una ciclocross in alluminio non è tanto in sé per sé; quindi c’è altro che non convince di questa Bianchi: le curve, o se preferite, la geometria del telaio, le ruote, i componenti che danno l’idea di massiccio ma nel valore peggiore del termine.

Ma andiamo per ordine: la Bianchi Via Nirone 7 Allroad non è una bici per scalatori. E non è neanche una bici per chi ama spingere e andar veloce. È una di quelle tuttofare a basso costo che sembra andare di moda adesso; una bicicletta che va tranquillamente su sterrati e ciottolati e che all’occorrenza vi trasporta anche sull’asfalto. Ma vi trasporta, tutto qui. E soprattutto niente di più. Perché appare, e si sente anche sotto il sedere, tutta la sua “macchinosità”, una non scorrevolezza che dopo un po’ di chilometri infastidisce. Colpa del gruppo, ma soprattutto delle ruote.

Poi ci sono quei freni, Shimano, a disco ma non idraulici (visto il prezzo) ma meccanici; che non frenano, sono tutt’altro che immediati. La corsa è lunga, lunghissima, costringendo ad ogni curva un po’ più spinta a buttare l’occhio verso la possibile via di fuga che salva. A patto di non frenare prima, molto prima di quanto si sia abituati anche con i freni tradizionali.

Un peccato visto che comunque in sella a questa Via Nirone 7 Allroad non si sta male, anzi. La posizione è buona, comoda, con le spalle ben alzate a privilegiare le (possibili) lunghe distanze senza affaticare schiena e busto. E la sella, San Marco Era, è più che buona. Poi ci sono gli pneumatici da 32mm che smorzano ottimamente le asperità, sia su asfalto che fuori. Altro punto a favore è il passaggio dei cavi quasi completamente interno, sia per quanto riguarda il cambio che i freni; ed il prezzo, che si aggira sui 1000€.

Il resto, però, è tutto una pecca. A cominciare dal gruppo, Shimano Sora con compatta davanti e sole nove velocità dietro; roba che non si vede ormai da anni in circolazione, a parte nelle entry level di bassa fascia. La componentistica, poi, è base, firmata Reparto Corse Bianchi, ma grossa, pesante e poco curata. Cerchi compresi. In fine ci sono i già citati freni, che tra averli e non averli non si sente la differenza.

Più che altro, messo tutto insieme, la Bianchi Via Nirone 7 Allroad è più una bici da pendolarismo, per i tracciati casa-lavoro e per le uscite domenicali per andare a prendere una birra in centro. Io non la userei – e consiglierei – per fare altro. Un peccato, perché di base c’è un’idea buona, che altri marchi hanno realizzato e stanno cercando di portare avanti: ovvero una bicicletta che faccia un po’ di tutto, assecondando anche la moda di oggi del fuoristrada leggero e delle mulattiere che tanto fanno Eroica. Ma in questo caso Bianchi ha realizzato un qualcosa che fa bene né quello né l’altro. La Via Nirone 7 Allroad è una bici da città, mascherata, ma niente più. Rimane comunque comoda, anche per il vantaggio di avere già di “serie” gli attacchi per portapacchi e parafanghi.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.