Abbigliamento

Test: Five Ten Freerider Pro

Il design a “polacchina” delle nuove Five Ten Freerider Pro è stata una delusione. Personalmente amavo l’effetto “skate” dei modelli precedenti, con quel richiamo alla strada che poi è stato il vanto della marca sin dagli esordi. Al contrario, rispetto al passato, belli i nuovi colori, più curate le cuciture e le finiture in generale. Anche la solidità sembra aver fatto un passo avanti, almeno così, al primo sguardo. Ma le scarpe da mtb, qualunque sia la disciplina svolta, vanno assolutamente provate prima di dare un qualsiasi giudizio, a meno che non sia prettamente estetico.

La leggerezza una volta indossate queste Freerider Pro balza subito all’attenzione; 410 grammi di peso per la taglia 43 rispetto ai 475 grammi del modello vecchio. Un bel salto, non c’è che dire. La camminata è pressoché immutata: sembra di avere ai piedi un paio di sneakers, tanto sono comode, flessibili, con la suola che non ha nessuna difficoltà nell’assecondare le pieghe di ogni movimento. Si possono indossare ovunque ed in qualsiasi situazione, oso dire anche per andare a fare l’aperitivo il venerdì sera. Anche la forma della scarpa in sé mi soddisfa molto: io ho dei piedi a pianta larga, e prima di comprare devo provare e riprovare le scarpe, altrimenti sono guai. Queste le posso indossare anche per un’intera giornata ed i piedi non soffrono, perché hanno spazio.

In pedalata la storia cambia: non perché i pregi prima elencati spariscano, anzi. Quelli rimangono. Cambia perché l’unica cosa a cui si fa caso è a quella suola Stealth S1 così “appiccicosa” e sicura sui pedali flat da rimanere davvero estasiati. Se non si è mai provato una pio di Five Ten non si può capire. È una sensazione diversa, è praticamente come avere dei clip ma senza lo sgancio rapido. Il piede non scivola, né in spinta né in presa. Non si perde mai la posizione, si riesce sempre ad imprimere la forza giusta nella pedalata e soprattutto ad afferrare perfettamente il pedale in discesa, riuscendo sempre e comunque a manovrare nel migliore dei modi la bici. Non importa quante sconnessioni ci siano, quanto alti siano i salti, fango o terra, pozze o umido. Questa suola non tradisce mai. Per fortuna che quel giorno di diciotto anni fa, Jeff Steber, fondatore della Intense Cycles, chiese se fosse possibile avere una scarpa con suola appiccicosa per la mountain bike. Perché fu allora che la Five Ten, produttrice di scarpette per l’arrampicata, raccolse la richiesta e si gettò nel mondo del ciclismo fuoristrada.

Semplice ed efficace la chiusura a lacci delle Freerider Pro. Nessun velcro, nessun Boa che si può rompere. Benissimo così. Un appunto, invece, alle strisciate nere che si lasciano su parquet e cotto quando si cammina; la suola è talmente morbida che lascia il segno, veramente. Nessuno vi perderà mai, però. Basta seguire i segnali.

Io ho sempre adorato le Five Ten. Le ho trovate sin da subito diverse da tutte le altre scarpe, innovative, efficaci. In pratica mi ero innamorato, di quegli amori al primo sguardo che fanno passare in cavalleria anche i più macroscopici difetti. Ed un difetto, grosso, che hanno le Five Ten con suola Stealth, è la durata della stessa nel tempo. Praticamente niente. Con un uso intensivo, fatto di tre, quattro uscite settimanali, praticamente vanno cambiate ogni due, massimo tre mesi. I pin dei pedali mangiano la Stealth come alcuni divorano i panini del McDonald. La prima volta non lo sai; la seconda lo accetti, la terza vai avanti. Poi ti stufi. Anche perché non sono scarpe che compri per un tozzo di pane. Il risultato? Nonostante i tanti punti a favore, io sono passato ad altro. E non ho rimpianti.

La suola Stealth S1 delle Freerider Pro dopo solo un mese di utilizzo. Già si possono notare i “tagli” dovuti ai pin, per via della morbidezza della mescola

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.