Usato sicuro

Usato sicuro: Bmc Crossmachine CXA01

Un mix di pneumatici da 33 da una parte e tecnologia TCC dall’altra; nel mezzo un “semplice” Sram Rival 1×11 a tenere insieme una bici nata per il ciclocross ma, a sorpresa, ottima anche su strada. Senza nessuna pretesa di voler competere con cugine nettamente superiori in quanto a leggerezza, montaggio e geometrie; ma comunque senza sfigurare nella più amplia platea di chi cerca un mezzo magari per cominciare, ottimo, a buon prezzo. Mi riferisco a tutti coloro che si rivolgono al mercato dell’usato. Che non è mai, in generale, da scartare a priori, ma anzi, da osservare e saper sfruttare quando offre pezzi pregiati come nel caso della Bmc Crossmachine CXA01.

Una bici in alluminio, ma con forcella in carbonio, come vuole lo standard odierno; dalle geometrie tipicamente Bmc e che ha nella forma particolare dei foderi obliqui il suo personale punto di forza in termini di confort su strada. Foderi a sezione rettangolare piatta, che nella parte alta hanno una “piega” che funge da vero e proprio ammortizzatore posteriore. E visto l’alluminio del telaio, rigido e trasmissore di vibrazioni, questo sistema aiuta e non poco a scansare (o quanto meno diminuire) quelle fastidiosissime scosse alla schiena tipiche dei telai in alluminio. Alluminio che nel caso della CXA01 è a triplo spessore idroformato; rigido, ma questa volta nel senso migliore del termine. Rigido lateralmente, caratteristica che rende la bici scattante e precisa. Non solo in pianura, ma anche e soprattutto in salita, il vero piatto forte della Crossmachine oltre ai sentieri.

Perché il ciclocross è specialità poco battuta dalle nostre parti, più regno di nord europei ed anglosassoni. Ma questo non vuol dire che una capatina nella polvere non la si possa fare. Vuol dire altresì, però, che la maggior parte del tempo, la si trascorre su asfalto. Ed ecco perché il test effettuato si è svolto quasi per intero su strada. Dove sono rimasto impressionato dalle doti di questa CXA01. Perché se è vero che la trasmissione 1×11 e i “gommoni” larghi da 33mm penano in discesa e nelle curve veloci dove c’è bisogno di piegare, pianura e soprattutto salita sono terreni che questa bici assolutamente non disdegna, anzi. La comodità di un cambio unico (soprattutto per chi è alle prime armi), il 42 come rapporto massimo al posteriore ed il 40 all’anteriore, e quelle gomme così larghe rendono qualsiasi ascesa possibile, sia in andatura tranquilla che tirata.

Ma c’è un altro ambito nel quale la Bmc Crossmachine CXA01 va forte: il cicloturismo. E va bene la comodità su strada, ok; difficile farci caso, ma scrutando un po’ qua e la si notano particolari che ad un cicloturista fanno drizzare le antenne. Nel bene, ovvio. La CXA01 è una delle pochissimi biciclette che hanno “di serie” i fori per i portabagagli ed i parafanghi. Basta dare un’occhiata all’interno degli steli della forcella e al triangolo posteriore. Agganci ben camuffati ma che al momento opportuno vi faranno ringraziare quel giorno in cui avete detto: la compro!

Una volta presa, però, prendetevi tutto il tempo per imparare a guidarla con maestria e soprattutto in sicurezza. Non perché si stia parlando di un cavallo imbizzarrito, anzi. Parlo del cambio Sram, che col suo sistema di cambiata a doppio tap non è intuitivo come Shimano e Campagnolo. Anche se poi, una volta capito, e anche più semplice degli altri due. Ed infine attenzione ai freni, che sulla CXA01 sono a disco, idraulici, molto potenti. A tal punto che l’asse posteriore blocca quasi subito se pinzato con la solita foga che si ha con un normale freno caliper. Meglio allora imparare a dosare la frenata spostando la maggior parte della forza sull’anteriore. O se no, come me, divertitevi pure nelle derapate, ma i copertoni non godranno (e dureranno) molto.

Per gli amanti delle “penne” – o in italiano delle impennate – e del wheele stile Peter Sagan, la CXA01 è una bicicletta che, forse per quei foderi piegati e piatti dietro, impenna bene. Sia chiaro, se siete voi a volerlo.

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.