Abbigliamento

Test: Giro Chronicle MIPS

Deriva direttamente dal Montaro, ovvero il top di gamma di Giro per quanto riguarda i caschi aperti da mtb; ma dal “fratellone” si discosta per un prezzo di acquisto inferiore, intorno al centinaio di euro. Ma anche se costa meno, questo non significa automaticamente meno protezione, o una realizzazione di qualità inferiore.

Il Chronicle, infatti, rispetta gli ultimi standard in fatto di sicurezza che solitamente si trovano sui caschi premium, come il Montaro: si tratta del sistema MIPS, ormai conosciutissimo ed apprezzato. La sua calzata, inoltre, è simile a quella di un guanto: grazie alle svariate misure non sarà difficile trovare quella che più si adatta a voi. Poi c’è il laccetto inferiore, solido e ben ancorato alla struttura del casco; facile da chiudere, meno da riaprire, soprattutto con i guanti. Ma sicuro e robusto.

Indossato non ci si sente oppressi, anche se la testa certo non sguazza al suo interno. Tutte le piccole imbottiture inserite qua e là fanno bene il loro lavoro. Ed anche la forma stessa del Chronicle regala la bella sensazione di ritrovarcisi con la testa comodamente incassata. Non c’é nessun punto di disagio, o pizzicorii strani; e le orecchio non fanno male perché troppo strette.

Esternamente il Chronicle infonde sicurezza, perché robusto. Anche le feritoie per l’aerazione non sono troppo grandi; per non indebolire troppo la struttura alla Giro hanno deciso di mantenerle di dimensioni più piccole rispetto ad altri modelli. Ma non per questo la respirazione della testa ne risulta compromessa. 

Indossandolo un paio d’ore senza pause il calore non è eccessivo. O almeno non supera quello riscontrato di altri modelli anche di marche diverse. Il ché si traduce in un utilizzo ottimo nella stagione più fredda.

Comoda anche la visiera lunga, che copre bene dai raggi solari sgradevoli. Peccato però che ci sia poco spazio per posizionare la maschera in situazione di riposo. Ma tant’è, basta adottare l’abitudine di tenerla al collo, ed il problema non si pone.

Infine le colorazioni, svariate e diverse fra loro, dal nero al verde fluo, passando per il grigio, il blu o il rosso scuro. Avrete modo di che scegliere. Anche perché il Giro Chronicle è un casco assolutamente da consigliare: è bello, ben realizzato, sicuro e ha un prezzo accessibile. Insomma, anche se non inserito nella fascia premium, rispetto ai modelli più blasonati ha veramente poco da invidiare.

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.